venerdì 12 luglio 2019

La Sardegna punta sui borghi per destagionalizzare il turismo

BANDO CON FONDI EUROPEI
La Sardegna punta sui borghi per destagionalizzare il turismo
di Davide Madeddu
La Regione cerca imprese o operatori ai quali assegnare, attraverso la procedura negoziata e dopo la prima manifestazione di interesse, l'incarico per fornire sostegno alla predisposizione di un piano di marketing, per far crescere il turismo dei borghi tutto l'anno e in alternativa a quello balneare. Punto di partenza l'indagine di mercato con cui si selezioneranno gli operatori che abbiano curricula adeguati per studiare una strategia di promozione “originale e calata nella realtà dell'isola in grado di far esplodere” il turismo. Nello specifico, l'intervento, denominato “Sardinia Seasons – Borghi experience” (POR FESR 2014-2020 Asse VI “Uso efficiente delle risorse e valorizzazione degli attrattori naturali, culturali, turistici”- Azione 6.8.3) fa parte di un programma più ampio di destagionalizzazione del turismo nell'isola che mette a disposizione 1,3 milioni di euro. I fondi sono destinati a progetti di marketing del valore di circa 40mila euro ciascuno. Le aziende che parteciperanno dovranno “elaborare una proposta di strategia di marketing, propedeutica alla successiva definizione del Piano e della Campagna di comunicazione”. Particolare attenzione dovrà essere posta sia sull'analisi della domanda, dal target alle disponibilità di tempo, continuando con i mercati di riferimento prioritari. Inoltre nel programma è richiesta l'individuazione dei “tratti distintivi e di forza del turismo nei borghi della Sardegna”. Un elemento che dovrà poi caratterizzare il tema del “prodotto turistico”. Tra i requisiti richiesti agli operatori economici che si candideranno, un'esperienza di almeno 5 anni in attività di marketing, comunicazione e pianificazione strategica, promozione e sviluppo della de-segmentazione dell'offerta turistica e di creazione di prodotti di turismo dei borghi, culturale, enoturismo e di turismo enogastronomico, e in tali ambiti deve aver reso servizi su base annua di importi pari o superiori a € 39.000,00 oltre i.v.a. [Il Sole 24 Ore - 02 lug 2019]

Nessun commento:

Posta un commento