sabato 5 luglio 2014

La patata della Campanella


LA PATATA DELLA CAMPANELLA


A B C delle nostre patate


A. Coltivate con metodo biologico. Le nostre patate sono coltivate col metodo biologico, questo significa che non siamo ricorsi a sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere) ma abbiamo invece adottato tutta una serie di accorgimenti e tecniche colturali in modo da rendere la coltivazione compatibile con la tutela dell'ambiente e della salute di tutti NOI consumatori. Noi della Rindola infatti ci consideriamo i primi consumatori delle nostre stesse patate e vogliamo che il cibo che produciamo sia fonte di piacere, di nutrimento e di salute, non certo di malattie per il nostro corpo. Con la rotazione delle colture (cioè non coltiviamo mai lo stesso ortaggio per più anni nello stesso posto) preveniamo i'insorgenza di malattie a danno delle piante e conserviamo la fertilità del suolo. L'unico fertilizzante che usiamo è il letame bovino. Inoltre i tuberi usati per la semina di inizio stagione non sono quelli convenzionali ma sono certificati bio, questo significa che non sono stati precedentemente trattati con fungicidi o insetticidi. Infine, la conservazione dopo la raccolta avviene semplicemente al buio e al fresco della nostra cantina, senza l'uso di antigermoglianti.


B. Coltivate in terreni vulcanici. I terreni dove abbiamo tutte le nostre coltivazioni sono di natura vulcanica; questo comporta che i terreni sono naturalmente ricchi di sostanze minerali e quindi sono in grado di sostenere la crescita delle piante senza ricorrere a fertilizzanti chimici. Questi minerali presenti conferiscono inoltre un ottimo sapore e gusto ai tuberi.

C. Coltivate in montagna a 750m s/m. Le nostre patate sono coltivate a Campanella di Altissirno (VI), a 750m s/m, in un ambiente praticamente incontaminato, circondato da prati e boschi, e lontano da possibili fonti di inquinamento. Le patate di montagna subiscono i'azione delle forti escursioni termiche tra il giorno e la notte, che favoriscono l'accumulo di sostanza secca nei tuberi (amido e altri nutrienti). Le patate coltivate a bassa quota invece presentano un maggior quantitativo d'acqua e di conseguenza manifestano un cedimento della loro consistenza durante la cottura. Le nostre patate risultano quindi essere un prodotto di qualità e un ottimo ingrediente per la cucina.

LE VARIETA' DI CUI DISPONIAMO
Kennebec. Pasta di colore bianco e buccia giallo chiaro. Grazie alla sua consistenza farinosa e asciutta è considerata in assoluto la miglior varietà per gnocchi, purèe, crocchette e dolci
Monalisa. Pasta e buccia di colore giallo. Ha una pasta abbastanza soda quindi si presta bene per tutti gli usi, anche se I'utilizzo migliore è quello da arrosto e fritta
Desiree. Pasta di colore giallo e buccia di colore rosso. Anche questa varietà si presta bene per tutti gli usi ma si distingue per la preparazione di patate fritte e lessate
Spunta. Pasta e buccia di colore giallo. Usi consigliati per insalata e arrosto.
_________________________________________________________
per info contattare il 3494479805 o scrivere a Iarindola@libero.it

Nessun commento:

Posta un commento